Provincia autonoma di Trento

TreCovid19

La pandemia da covid-19 sta richiedendo ai Governi di tutti i Paesi del Mondo di mettere in atto azioni efficaci in tempi rapidi al fine di arginare il più possibile il contagio o almeno di diluirlo nel tempo. I Sistemi Sanitari nazionali rischiano il collasso ed è quanto mai necessario garantire la corretta informazione ai cittadini e l’applicazione di protocolli accurati nella gestione dei pazienti contagiati, in quarantena o che abbiano una sintomatologia compatibile con quella propria del covid-19.

Mentre l’individuazione di una terapia farmacologica e la messa a punto di un vaccino sono sfide a scala globale di medio termine, sono molte le azioni implementabili a livello locale che possono dare un beneficio immediato sul territorio, sia nei confronti dei cittadini che degli operatori sanitari: ai primi si può offrire un canale unico e certificato di informazione riguardo all’evolversi del contagio e di educazione rispetto ai comportamenti da assumere; ai secondi si possono offrire soluzioni e strumenti che, grazie alle nuove tecnologie, si affianchino al loro lavoro e li aiutino a gestire l’emergenza.

Finalità di TreCovid19

In questo senso, in Trentino, nell’ambito di TrentinoSalute4.0 (TS4.0) – la collaborazione tra Provincia Autonoma di Trento (PAT), Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari (APSS) e Fondazione Bruno Kessler (FBK) che ha come obiettivo lo sviluppo della Sanità digitale – è stata rilasciata l’App TreCovid19 la quale, oltre a rispondere alle istanze di informazione ed educazione attraverso una fonte pubblica e validata dalla PAT, dal Sistema Sanitario Provinciale e da altri enti istituzionali nazionali, prevede anche la gestione remota sia dei pazienti positivi a domicilio che dei pazienti in quarantena.

La App, disponibile per smartphone e tablet Android e Apple su Play Store e App Store, e in rete all’indirizzo trecovid.apss.tn.it , rientra nel progetto più ampio della piattaforma TreC (Cartella Clinica del Cittadino) affiancandosi a un ecosistema di altre applicazioni sviluppate nel corso degli ultimi anni per favorire l’accesso online dei cittadini ai servizi sanitari. Tra queste, TreC_FSE che permette agli iscritti al Sistema sanitario provinciale di accedere ai propri referti medici, prescrizioni specialistiche e farmaceutiche, e TreC_Diabete che supporta la gestione remota di malati diabetici cronici e si integra con i sistemi informatici dell’APSS.

Sezione informativa

La prima versione di TreCovid19 è stata rilasciata il 16 marzo 2020 ed è venuta incontro all’esigenza urgente di tutti i cittadini di poter reperire in un unico luogo informazioni ufficiali e certificate, distinte dalla moltitudine di notizie inattendibili e imprecise che hanno trovato terreno fertile in rete e sui Social Network. TreCovid19 ha risposto in tempi rapidi a questa necessità, supportando la PAT e l’APSS nella gestione delle comunicazioni ai residenti in Trentino.

Dalla home page si accede alla parte informativa della App, strutturata in 10 sezioni:

  1. Numeri utili, contenente tutti i numeri di telefono da contattare in caso di necessità, con la possibilità di attivare la chiamata semplicemente cliccando sul numero;
  2. Ultimi aggiornamenti, contenente le ultime notizie diramate dagli uffici stampa di PAT, APSS e FBK;
  3. I numeri del contagio, contenente gli aggiornamenti relativi alla diffusione dell’infezione in Trentino, in Italia e nel mondo;
  4. Aggiornamenti video, contenente le video comunicazioni della PAT e dell’APSS quali le conferenze stampa e gli aggiornamenti sui bollettini epidemiologici;
  5. Video tutorial, contenente i video ed i tutorial di supporto ai cittadini, ai pazienti e agli operatori sanitari;
  6. Vademecum, contenente le guide, le istruzioni e le indicazioni sui comportamenti da adottare;
  7. Ordinanze e decreti, contenente le ordinanze, le linee guida, i decreti provinciali e nazionali;
  8. Approfondimenti, contenente i link ai siti istituzionali e il glossario del Coronavirus;
  9. Altri servizi, attraverso la quale è possibile accedere ad altri servizi offerti da APSS ai cittadini, quali Vicino@te, la piattaforma che permette ai parenti dei pazienti ricoverati in isolamento nei reparti dedicati alla cura delle persone affette da Covid-19 di ricevere notizie e informazioni sul proprio congiunto, e Chat Coronavirus, il servizio sviluppato da APSS e PagineMediche per aiutare le persone a capire come comportarsi in caso di sintomi sospetti;
  10. Follow us, contenente i link ai profili social di PAT, APSS, FBK e TS4.0.
Sezione telemonitoraggio al domicilio

Con la seconda versione, rilasciata il 24 marzo, la app TreCovid19 è stata integrata con la nuova funzione per la presa in carico e il monitoraggio dei pazienti affetti da Covid19 seguiti a domicilio dal servizio di assistenza domiciliare integrata (ADI) dell’APSS.

Accedendo alla sezione "Il mio assistente", il paziente può, attraverso il supporto di un chatbot, inserire i parametri richiesti, tra cui temperatura corporea e assunzione di farmaci per la febbre, sintomatologia (come tosse, dispnea, astenia e dolori) nonché altri parametri (pressione sanguigna, battito cardiaco, concentrazione di ossigeno del sangue e frequenza del respiro).

Il sistema raccoglie i dati inseriti dall’utente e li comunica direttamente all’ADI grazie all’integrazione con la piattaforma @home, già in uso presso l’APSS.

Se i dati inseriti risultano nella norma rispetto ai valori soglia definiti dal protocollo sanitario, il sistema avvisa il paziente che l’andamento è in linea con la normale gestione del decorso. Ove invece i valori inseriti dovessero essere indicativi di probabile aggravamento, il sistema avvisa gli operatori sanitari, che potranno così contattare il paziente e procedere come da protocollo di intervento.

La App TreCovid19 prevede anche la funzione di telemonitoraggio a domicilio dei pazienti in isolamento volontario o quarantenati per garantire un tempestivo intervento del Sistema Sanitario Provinciale in caso di bisogno. Fornisce inoltre il supporto di un assistente virtuale per rispondere alle FAQ relative a molti temi che riguardano la pandemia in corso.

L’emergenza, come il termine stesso suggerisce, è l’occasione per far emergere, “venire fuori”, le competenze, le risorse e gli strumenti migliori per essere a fianco dei cittadini e degli operatori sanitari e, in attesa di stringere loro di nuovo la mano, i decisori possono da subito, anche grazie alle tecnologie digitali, porre nel palmo di quella stessa mano quanto occorre per superare, o quantomeno gestire al meglio, la situazione attuale.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informativa cookiescookies