Provincia autonoma di Trento

Progetto “Telemedicine for home-based management of patients with chronic diseases and comorbidities: analysis of current models and design of innovative strategies to improve quality of care and optimise resource utilization: TELEMECHRON study

Progettazione e sperimentazione di una strategia di change management applicata al rapporto ospedale territorio per la gestione proattiva della cronicità supportata da tecnologie digitali

Il progetto “Telemedicine for home-based management of patients with chronic diseases and comorbidities: analysis of current models and design of innovative strategies to improve quality of care and optimise resource utilization: TELEMECHRON study” è stato presentato al Ministero della Salute da un consorzio di enti interregionali composto da:

  • Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento
  • Azienda USL Toscana Nord Ovest (coordinatore),
  • Istituti Clinici Scientifici Maugeri IRCCS
  • Istituto Superiore di Sanità,

ed è stato ammesso a finanziamento per complessivi euro 1.799.543,00 di cui euro 899.654,00 provenienti dal finanziamento ministeriale, euro 899.889,00 provenienti dai destinatari istituzionali tra cui la Provincia autonoma di Trento (con euro 299.889,00).

Il progetto, della durata di tre anni, è suddiviso in sottoprogetti (WP) afferenti ai singoli Enti partner.

Nello specifico il sottoprogetto WP4, il cui coordinamento è affidato all’Azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento con il coinvolgimento della Fondazione Bruno Kessler, mira a testare e validare un nuovo modello di cura e assistenza per i pazienti con diabete di tipo 1 e/o 2, al fine di migliorare la qualità delle cure e offrire un sistema sanitario più sostenibile, centrato sull'empowerment del paziente e promuoverne l'autogestione.

Il modello è abilitato dall'uso di piattaforme di intelligenza artificiale (AI) e strumenti digitali (App).

Il sistema di App si basa su un concetto di “assistenza progressiva”, in cui l'intervento richiesto da parte del personale sanitario è strategicamente supportato da un assistente virtuale.

Gli algoritmi AI (in parte già validati) aiuteranno la valutazione del rischio basata su traiettorie dei pazienti e modelli predittivi.

Con deliberazione n. 1661 del 25 ottobre 2019 la Giunta provinciale ha approvato la convenzione con l'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari e la Fondazione Bruno Kessler per la realizzazione del progetto.

Potrebbe interessarti Le pubblicazioni correlate

I programmi di finanziamento europei 2014-2020 nel quadro della ricerca, innovazione e salute pubblica

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informativa cookiescookies