Mercoledì, 12 Ottobre 2016

La Camera conciliativa

Presso la Giunta provinciale è istituita la camera conciliativa, con il compito di agevolare la risoluzione in via non contenziosa di controversie derivanti dall'erogazione di prestazioni sanitarie in provincia di Trento.

La camera conciliativa contribuisce alla tutela dei diritti dei cittadini, favorendone l'accertamento in tempi certi e contenuti, concorrendo a ridurre la conflittualità fra paziente e professionista sanitario e a mantenere un clima di fiducia nei loro rapporti.

La Giunta provinciale, con regolamento adottato previo parere della competente commissione permanente del Consiglio provinciale, disciplina la composizione e il funzionamento della camera conciliativa, il procedimento davanti ad essa e i relativi oneri.

La Giunta provinciale, nell'adozione del regolamento, si ispira ai seguenti principi e criteri direttivi: facoltatività, volontarietà e gratuità del procedimento conciliativo; carattere non preclusivo del ricorso all'autorità giudiziaria competente; imparzialità e celerità del procedimento conciliativo, che deve comunque concludersi entro centottanta giorni dal suo avvio; definizione della conciliazione, in caso di accordo fra le parti, con un atto negoziale di diritto privato; indipendenza e terzietà dei componenti della camera conciliativa.