Liste di attesa e raggruppamenti di attesa omogenei (RAO)

Cosa sono i RAO?

  • Si tratta di un metodo che consente di dare tempistiche diverse per l’accesso alle prestazioni specialistiche ambulatoriali in base alla gravità del paziente.
  • L’esperienza trentina, applicata fin dal 1997, è in fase di studio a livello nazionale.

Chi assegna i RAO e come?

  • Il medico, in base all’urgenza rilevata, compila l’impegnativa e apponte un codice di priorità (codice RAO).
  • A ciascun codice RAO corrisponde un tempo massimo di attesa, che viene calcolato nel momento in cui la persona contatta il CUP - Centro unico di prenotazione, per ottenere l’appuntamento, ai seguenti numeri: 0461 379400 (da cellulare), 848816816 (da telefono fisso), dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18, il sabato dalle 8 alle 13.

E se il medico non appone sull'impegnativa un codice RAO?

  • Se il medico non appone sull’impegnativa un codice RAO, oppure assegna un codice RAO E o P, la persona può prenotare la prestazione online nel sito dell’APSS: www. apss.tn.it alla voce CUP online prenotazioni.
  • Si possono prenotare direttamente in questo sito, senza necessità di impegnativa, le seguenti prestazioni:
    • prima visita odontoiatrica, 
    • prima visita ginecologica, 
    • prima visita neuropsichiatrica infantile,
    • esame parziale dell’occhio, 
    • prima visita psichiatrica.

Quali sono i codici di priorità?

  • URGENTE: il paziente va indirizzato in Pronto Soccorso
  • RAO A: prestazione da erogare entro tre giorni dal momento della prenotazione
  • RAO B: prestazione da erogare entro dieci giorni dal momento della prenotazione
  • RAO C: prestazione da erogare entro trenta giorni dal momento della prenotazione
  • RAO E: prestazione da erogare senza un limite massimo di attesa dal momento della prenotazione
  • RAO P: prestazione programmata di controllo

Lo sapevi?

  • Sono più di 1.200.000 le prestazioni specialistiche prenotate annualmente in provincia di Trento: il 10% in libera professionee il 90% in regime istituzionale (di cui il 15% con codici RAO A, B e C).
  • Per facilitare il compito del medico prescrittore sul tipo di priorità da attribuire è stato studiato e concordato insieme ai medici uno specifico Manuale RAO. Tale manuale si trova anche nel sito web dell’Azienda sanitaria.
  • L’Azienda provinciale per i servizi sanitari pubblica periodicamente la rilevazione dei tempi di attesa delle prestazioni specialistiche ambulatoriali.
  • Le prestazioni monitorate sono quelle del Piano nazionale per il contenimento dei tempi di attesa.