Venerdì, 13 Settembre 2019

L’assessore Stefania Segnana: “Massima attenzione verso i pazienti e le famiglie”

PedalAzheimer Fest: in bici dalla Valsugana a Treviso tra riflessioni e testimonianze

Insieme in bicicletta, tra riflessioni e testimonianze per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’Alzheimer. Questo il senso di PedalAlzheimer Fest 2019, un’iniziativa organizzata dalla Apsp di Levico e sostenuta dalla Provincia autonoma di Trento per riflettere sulle problematiche sanitarie, sociali e culturali che le famiglie sono chiamate ad affrontare quando un proprio caro incontra l’Alzheimer. Accompagnati da una splendida giornata di sole, una trentina di ciclisti, di tutte le età, sono partiti stamani da Levico per affrontare un percorso a staffetta fino a Treviso, dove domani è in programma l’Alzheimer Fest 2019. Hanno pedalato insieme rappresentanti della Provincia, delle Apsp trentine, delle associazioni, dei responsabili dei servizi sociali delle Comunità di valle e diversi ciclisti simpatizzanti.

A Borgo Valsugana, presso l'Apsp San Lorenzo e Santa Maria della Misericordia, dove c’è stata la prima tappa del percorso, si è unita alla colorata carovana anche l’assessore provinciale alla salute, Stefania Segnana che ha pedalato con il gruppo fino a Grigno accompagnata da alcuni rappresentanti del Veloce Club Borgo.

“In Trentino – ha detto l’assessore – l’attenzione è molto alta per supportare le famiglie e i pazienti che lottano contro questo male. Manifestazioni come quella di oggi sono davvero importanti per sensibilizzare tutti i soggetti coinvolti e la popolazione sulla complessità della malattia e sulle sue implicazioni sociali, anche al fine di migliorare e rendere ancora più efficaci le politiche messe in campo dalle istituzioni e dall’Azienda sanitaria provinciale. Un sentito ringraziamento, unitamente al sostegno convinto della Provincia – ha concluso – va alle associazioni e agli operatori che si impegnano ogni giorno a tale scopo”.

Intervista assessore Stefania Segnana

" >

Foto e video a cura di Ufficio Stampa

Comunicato 2172