Giovedì, 28 Febbraio 2019

L’assessore Segnana: "massimo sostegno alle famiglie, ai medici ed ai ricercatori"

La Giornata internazionale delle malattie rare: 4000 pazienti in Trentino

Il 28 febbraio di ogni anno si celebra, in tutto il mondo, la Giornata internazionale delle malattie rare, dedicata alle persone che soffrono delle circa 7000 patologie rare riconosciute. Sono 350 milioni i malati in tutto il mondo, 4000 in Trentino. Per fare il punto della situazione si è svolto oggi un momento di confronto presso il Liceo scientifico Da Vinci di Trento, che ha coinvolto un centinaio di studenti. Sono intervenuti i rappresentanti delle associazioni che si occupano in Trentino delle malattie rare ed i ricercatori del CIBIO. Si è parlato di inclusione scolastica e di ricerca scientifica.

“E’ molto importante – ha detto intervenendo ai lavori l’assessore alla salute Stefania Segnana - che ragazzi come voi si possano interessare ad un tema così delicato, perché voi siete il nostro futuro e chissà, magari, che non vi venga voglia di intraprendere uno studio universitario in tal senso. In Trentino abbiamo un centro d'eccellenza che studia le malattie rare, riconosciuto a livello nazionale grazie al lavoro di professionisti motivati e preparati, capaci di garantire, con grande dedizione, la presa in carico dei pazienti in modo multidisciplinare. Come istituzioni siamo grati a chi si impegna in questo ambito, così come siamo grati ai volontari delle diverse associazioni ed ai ricercatori che collaborano, attivamente, con l’Azienda sanitaria. Un lavoro fondamentale per i pazienti e per i loro familiari, che trova il nostro massimo sostegno”.

Foto a cura di Ufficio Stampa

Comunicato 390