Lunedì, 06 Maggio 2019

Momento di confronto tra gli operatori sanitari e i vertici provinciali sul San Lorenzo

Borgo Valsugana, prosegue il giro di visite negli ospedali

Prosegue con la visita all’ospedale San Lorenzo di Borgo Valsugana il giro nelle strutture dell’Apss del presidente della Provincia e dell’assessore alla salute e politiche sociali . Oggi nel pomeriggio, presente anche il presidente del Consiglio regionale, l’incontro con i primari e i coordinatori delle unità operative accompagnati dal direttore generale del Dipartimento alla salute e politiche sociali Giancarlo Ruscitti, dal direttore generale dell’Apss Paolo Bordon e dal direttore dell’ospedale Pierantonio Scappini. “La nostra presenza qui - hanno commentato presidente della Provincia e assessore - vuol significare l'attenzione nei confronti degli ospedali di valle e rimarcare l’impegno che questa giunta si è assunto per la loro valorizzazione”.

A margine dell’incontro il direttore generale dell’Apss Paolo Bordon ha espresso soddisfazione per l’importante momento di confronto con i professionisti e ha evidenziato: «Il San Lorenzo è un ospedale che si integra bene nella rete ospedaliera provinciale, un punto di riferimento per la popolazione della Valsugana con un ruolo fondamentale nella rete dei servizi sanitari provinciali e una forte sinergia con l’ospedale Santa Chiara, che rappresenta il punto di riferimento per la casistica più complessa. Il nostro compito sarà quello di mantenere i livelli prestazionali raggiunti, grazie anche alla disponibilità e al senso di appartenenza delle persone che vi lavorano, valorizzando e rafforzando il forte legame con l’ospedale di Trento sul versante chirurgico – ortopedia, chirurgia ma anche urologia e chirurgia vascolare – e su quello medico (diabetologia, cardiologia, dialisi, terapie antalgiche) senza dimenticare le specificità che a Borgo Valsugana hanno trovato la loro sede principale e mi riferisco all’odontostomatologia, un riferimento per tutto il Trentino soprattutto per la chirurgia orale dei disabili e alla diagnostica cadiologica con sistemi Tac.

Il San Lorenzo di Borgo Valsugnana è dotato di 74 posti letto tra ordinari, day hospital e osservazione breve con 7 strutture complesse. In questo ospedale lavorano 191 professionisti sanitari di cui 7 primari, 8 coordinatori, 29 medici, 80 infermieri, 27 persone tra personale tecnico sanitario e della riabilitazione, 40 operatori socio sanitari e operatori tecnici dell’assistenza. Nel 2018 sono stati circa 3.207 le degenze per un totale di più di 21mila giorni di degenza e oltre 12.600 accessi al Pronto soccorso.

Comunicato 946